6° Edizione (anno 2009)

Sabato 31 ottobre presso la Sala Oriani nell’ex convento di S. Francesco in via Cadorna 14 a Bagnacavallo, con la presenza di un folto pubblico, sono stati premiati i vincitori della sesta edizione “Biennale Interregionale Giovani Scultori”, concorso rivolto agli studenti degli Istituti e Licei d’Arte italiani. Le opere dei 92 allievi partecipantisono state sposte fino al 15 novembre 2009.
L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione “Arte e Dintorni” in collaborazione con il Comune di Bagnacavallo e il patrocinio della Provincia di Ravenna e della Regione Emilia Romagna. Sin dal 1999, anno della prima edizione della Biennale, ha visto la partecipazione di allievi provenienti da varie Regioni, che si sono contraddistinti in particolare per
capacità espressive ed esecutive, ottima scelta dei materiali, gradevolezza delle forme.

La commissione esaminatrice (composta dal critico d’arte Prof. Paolo Tieto, dallo scultore e grafico Arch. Francesco Lucianetti, dal pittore Prof. Claudio Castellani, dall’ex dirigente del Ministero della Pubblica Istruzione Dott. Angelo Iacomini, dal critico d’arte Gianfranco Polgrossi e dalla scultrice Prof. Anna Giargoni) ha svolto il difficile copito di classificare le opere meritevoli pervenute all’Associazione nel corso dei mesi, scegliendole tra quelle esposte nella vastissima ed eterogenea mostra di Bagnacavallo.
A tutti gli allievi, i quali sono accorsi a visitare l’esposizione con la propria famiglia e i compagni di scuola, è stata inoltre consegnata una medaglia di argento ed un attestato di partecipazione messi a disposizione dalle aziende DECO industrie di Bagnacavallo, Comag dei Fratelli Pezzi di Lugo e dall’Associazione “Arte e Dintorni” di Bagnacavallo.
A tutti i partecipanti è stato fatto omaggio di panettone della Deco Industrie e spumante delle Cantine Zini e Ricci Ballardini di Bagnacavallo.

Premiazione 2009

La giuria specializzata della Biennale Giovani Scultori (sesta edizione), ha deliberato nel mese di ottobre, la seguente premiazione:
1- Argenti Nicolò: primo premio e medaglia d’oro, per aver dimostrato “ottima manipolazione della materia ed efficace carica emotiva”.
2- Giulia Longanesi: secondo premio e medaglia d’oro, con un “opera di infinita poetica e forte sensibilità”.
3- Breganze Lorenzo: terzo premio e medaglia d’oro, per  “l’ottima semplificazione della forma nella sua essenzialita’ spaziale”.
4- Di Maio Angela: quarto premio e medaglia d’oro, con la presentazione di “un opera dal movimento sinuoso che dona al colore una sapiente diversita’ volumetrica”.
5- Venturelli Cristian: quinto premio e medaglia d’oro, per “la buona espressivita’ e il movimento plastico delle forme”.
6- Aurora Iacona: sesto premio consistente in una copia fusa in bronzo della scultura offerta dalla fonderia Merighi di Bologna . (Una copia della scultura
verra’ donata all’allieva ed un’altra copia entrera’ nella collezione Merighi).
7- Martina Molinari: settimo premio consistente in una Targa donata dalla Regione Emilia Romagna, per “l’originalità dei diversi materiali, che hanno reso più slanciata la figura”.
8- Latini Damiano: ottavo premio e Caveja Romagnola in argento, per “l’ottima la tecnica coloristica, leggera l’esecuzione, dando alle forme un movimento estetico elegante e concatenato”.
9- Ottaiano Silvia: nono premio e medaglia di argento, per “il simpatico insieme di più solidi.”
10- Chinello Sara: decimo premio e medaglia di argento, grazie alla “buona lavorzione del legno e le interessanti aperture spaziali che danno movimento e respiro all’opera”.
– Sono state segnalate anche le opere di Sgarbossa Eleonora, Fabris Matteo, Mondini Max.

I premi sono stati forniti grazie all’importante collaborazione con l’Amministrazione Provinciale di Ravenna, la Regione Emilia Romagna, la Banca di Credito Cooperativo ravennate-imolese e gli sponsor delle imprese del territorio. I ragazzi premiati provengono dagli istituti artistici di tutta Italia.